I mille modi di vivere la Pasqua nel mondo

Il Ponte d’Oro: “Una Pasqua, mille feste”, la rivista missionaria racconta ai ragazzi liturgie e tradizioni per vivere la Risurrezione in ogni angolo del mondo

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmailPrint29 marzo 2021 @ 14:53

Pubblicazione da agensir su spv a cura di Carlo Mafera- rimovibile

È un giro del mondo alla scoperta di come si festeggia la Pasqua, quello che propone il numero di aprile della rivista “Il Ponte d’Oro”, mensile per ragazzi missionari edito dalla Fondazione Missio. Sin dal titolo “Una Pasqua, mille feste” si intuisce quale sia il tema proposto ai piccoli lettori per renderli partecipi di usanze e tradizioni della festa di Risurrezione vissuta nei diversi continenti. Dalle voci dei missionari che vivono con le comunità locali, ecco il racconto di come i bambini cristiani del Medio Oriente (betlemmiti, giordani e iracheni) gareggiano con uova colorate e cucinano dolci tipici. Anche i ragazzi del Don Bosco Children di Addis Abeba (Etiopia) sono alle prese con le tradizioni pasquali di rito latino, in un contesto di cristianità copto-ortodossa che vede la celebrazione della Fasika, festa preceduta da un digiuno da carne e latticini che dura 55 giorni. Spostandosi in Benin, si trova la “Via Crucis vivente” nella savana e una grande festa pasquale di comunità, molto sentita. Una grande partecipazione di fedeli viene descritta anche da Letizia Scaccabarozzi, giovane missionaria laica che opera in Haiti, che sottolinea come qui “le ricorrenze legate alla Pasqua non mancano, ma sono molto semplici, perché la popolazione vive alla giornata a causa della precaria situazione economica-sanitaria in cui è costretta”.
Anche l’editoriale invita i piccoli lettori a fare con il pensiero un giro del mondo per riflettere sui diversi volti e nomi di Dio: “questa realtà – conclude – ci insegna almeno due cose importanti. La prima: il fatto che l’umanità ha sempre cercato dio è un’altra conferma che Dio esiste davvero! La seconda cosa importante? L’umanità ha bisogno di voler bene a Dio e ha bisogno di farsi voler bene da Dio: un Dio creatore, buono, misericordioso, un Dio che ama tutti e che ci è vicino nella vita di ogni giorno”.
Il giro del mondo prosegue con le altre rubriche: un viaggio nelle Filippine conduce tra i ragazzi che vivono ad Happyland, quartiere sorto accanto ad una discarica della capitale; la testimonianza di una famiglia missionaria di Milano accompagna in Perù, a Pucallpa, dove oltre all’emergenza Covid si è dovuta affrontare anche quella da dengue; infine la biografia a fumetti di san Daniele Comboni racconta la passione smisurata di tanti missionari verso l’Africa e chi lo abita.(G.B.)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.