Il mese di giugno è dedicato al Sacro Cuore di Gesù: Ecco come intronizzarlo in casa vostra (e nel vostro cuore)

 pubblicazione su SPV da Aleteia a cura di carlo mafera

Ecco quattro metodi diversi per consacrare la vostra casa a Gesù

Il mese di giugno è tradizionalmente dedicato al Sacro Cuore di Gesù, soprattutto visto che la solennità del Sacro Cuore (il venerdì dopo la seconda domenica a seguire la Pentecoste) viene celebrata a giugno.

Secondo il Direttorio sulla Pietà Popolare, la devozione al Sacro Cuore di Gesù è “una delle espressioni più diffuse e più amate della pietà ecclesiale”. È una pratica profondamente cristocentrica promossa da numerosi santi nel corso dei secoli.

“Intesa alla luce della divina Scrittura, l’espressione ‘Cuore di Cristo‘ designa il mistero stesso di Cristo, la totalità del suo essere, la sua persona considerata nel suo nucleo più intimo ed essenziale: Figlio di Dio, sapienza increata; carità infinita, principio di salvezza e di santificazione per l’intera umanità. Il ‘Cuore di Cristo’ è Cristo, Verbo incarnato e salvatore, intrinsecamente proteso, nello Spirito, con infinito amore divino-umano verso il Padre e verso gli uomini suoi fratelli”.

Tra i tanti costumi pii che coinvolgono il Sacro Cuore c’è l’“intronizzazione”, o “consacrazione” della propria casa (e del proprio cuore) a Gesù. In particolare, Gesù ha promesso a Santa Margherita Maria Alacoque che avrebbe benedetto le case in cui fosse stata esposta e onorata un’immagine del Suo Cuore.

Nel corso degli anni, la Chiesa ha sviluppato vari tipi di intronizzazione che rendono la collocazione di un’immagine del Sacro Cuore un evento più formale e spirituale. Ad esempio, la Rete Mondiale di Preghiera del Papa(Apostolato della Preghiera) ha il proprio servizio di preghiera di consacrazione familiare che si può ritrovare nel libro di padre James Kubicki A Heart on Fire: Rediscovering Devotion to the Sacred Heart of Jesus. Al di là del servizio del preghiera, padre Kubicki offre una bella storia sulla devozione al Sacro Cuore e sul motivo per cui è importante ancora oggi.

Negli ultimi anni, padre Michael Gaitley si è unito alla causa e ha sviluppato un proprio programma, chiamato Consoling the Heart of Jesus, molto popolare nelle parrocchie e che prevede un lungo ritiro volto ad avvicinare il proprio cuore a quello di Gesù e termina con una consacrazione al Sacro Cuore.

Un altro grande promotore della devozione al Sacro Cuore è il cardinale Raymond Burke, che ha elaborato una celebrazione liturgica dell’intronizzazione nel suo libro The Enthronement of the Sacred Heart of Jesus. Il porporato include anche un’introduzione di base all’antico costume e offre indicazioni dettagliate su come prepararsi spiritualmente.

Santa Margherita Maria Alacoque ha scritto una preghiera personale di consacrazione che si potrebbe usare quando si vuole dedicare se stessi o la propria famiglia al Sacro Cuore:

Io……, dono e consacro al Cuore adorabile di Gesù la mia persona e la mia vita, le mie azioni, pene e sofferenze per non più servirmi di alcuna parte del mio essere, se non per onorarlo, amarlo e glorificarlo. È questa la mia irrevocabile volontà: essere tutto suo e fare ogni cosa per suo amore, rinunciando a tutto ciò che può dispiacergli.

Ti scelgo, Sacro Cuore di Gesù, come unico oggetto del mio amore, custode della mia vita, pegno della mia salvezza, rimedio della mia fragilità e incostanza, riparatore di tutte le colpe della mia vita e rifugio sicuro nell’ora della mia morte.

Sii, o Cuore di bontà e di misericordia, la mia giustificazione presso Dio Padre e allontana da me la sua giusta indignazione. Cuore amoroso di Gesù, pongo in te la mia fiducia, perché temo tutto dalla mia malizia e debolezza, ma spero tutto dalla tua bontà. Distruggi in me quanto può dispiacerti. Il tuo puro amore s’imprima profondamente nel mio cuore in modo che non ti possa più dimenticare o essere separato da te.

Ti chiedo, per la tua bontà, che il mio nome sia scritto in te, poiché voglio vivere e morire come tuo vero devoto. Sacro Cuore di Gesù, confido in te!

Amen.

Qualsiasi metodo usiate per consacrare la vostra casa al Sacro Cuore, bisognerebbe sottolineare la preparazione spirituale. Non si tratta semplicemente di collocare un’immagine di Gesù in un posto di spicco della casa. Come nel caso della consacrazione al Cuore Immacolato di Maria, ci si concentra sull’unire il proprio cuore a quello di Gesù per poter essere una cosa sola con Lui in tutto.

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.