La vita è sogno : un ottima interpretazione al Teatro Greco

Dal 2 al 5 Novembre presso il Teatro Greco a Roma, è andato in in scena il PRIMO FANTASY MUSICALE ad opera dell’Istituto Teatrale Europeo
Si tratta dell’opera LA VITA E’ SOGNO di Calderon de la Barca, rivisto e riadattato da MARIAGIOVANNA ROSATI HANSEN che ne ha fatto una rilettura le cui caratteristiche si rifanno appunto al genere cosiddetto Fantasy che da sempre è appartenuto alla letteratura ed al cinema, ma che adesso debutterà anche nelle sale teatrali.

Dai costumi alla musica, tutto è stato curato nei minimi dettagli ed affidato all’esperienza ed al prestigio di attori e collaboratori di grande valenza artistica. Come Dani Macchi, noto compositore romano la cui attività lo ha portato a prestigiose collaborazioni oltreoceano, e che ha composto la suggestiva colonna sonora di questo spettacolo avvalendosi dell’inconfondibile voce di Luana Caraffa, carismatica cantante dei Belladonna e di Michal Rudas, strepitoso cantante protagonista di X-factor in Polonia e oramai nota star del canto nel suo paese.

L'immagine può contenere: una o più persone e sMS
foto dell’Istituto Europeo di Cultura
La multiculturalità è un altro felice aspetto di questo spettacolo, che vede oltre a Michal Rudas, anche la presenza dell’attore Patrick Pawlack, anche lui Polacco.

Mariagiovanna Rosati Hansen ha generato questa nuova creatura per confermare che la sperimentazione nel teatro non ha mai fine, e che il palcoscenico può trasformarsi con mille scenografie diverse in altrettante splendide emozioni.

E’ stata un’ottima interpretazione che ha ricordato molto la filosofia di Shopenauer dove si parlava di “Maya, il velo ingannatore, che avvolge gli occhi dei mortali e fa loro vedere un mondo del quale non può dirsi né che esista, né che non esista; perché ella rassomiglia al sogno, rassomiglia al riflesso del sole sulla sabbia, che il pellegrino da lontano scambia per acqua, o anche rassomiglia alla corda gettata a terra che egli prende per un serpente”. da Il mondo come volontà e rappresentazione di A. Schopenhauer
Forse, come sosteneva Schopenhauer, la realtà visibile è apparenza, illusione, in quanto nulla (a ben guardare) ci garantisce che quanto esiste o accade non sia un mero sogno.

dal sito : http://www.istitutoteatraleuropeo.it

pubblicazione rimovibile

a cura di carlo mafera

Annunci

Autore: carlomafera

Mafera Carlo Nasce a Milazzo (ME) il 7 giugno del 1957, è laureato in scienze politiche con indirizzo storico. Vive a Roma, è impiegato presso un Ente Pubblico. Carlo è giornalista della Free Lance International Press. Ha frequentato il corso di giornalismo alla Luiss di Roma (biennale 1988-89), ed il corso di aggiornamento per giornalisti presso la Pontificia Università della Santa Croce, nel 2009. Ha anche partecipato alla scuola di teologia per laici "Ecclesia Mater" collegata all'Università Lateranense dal 2004 al 2007. Ha collaborato con LaPerfettaLetizia quotidiano cattolico on line.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...