GABRIEL KNIGHTS IN CONCERTO SABATO 20 MAGGIO AL CCP TUFELLO : UN VERO TRIONFO

Ascoltare i Genesis è sempre una grande emozione. Significa fare un salto indietro di 45 anni per ricordare accordi sapientemente miscelati assieme a sonorità rock e classiche rese anche con armonie acustiche in un impasto sonoro che si snoda in lunghe e articolate suite classicheggianti con incursioni nel  pop rock, con assolo di chitarre e di batteria che avrebbero poi fatto parlare di art rock  grazie all’utilizzo talvolta massiccio di apparecchiature elettroniche per far provare all’ascoltatore brividi di gioia e un ebbrezza panica di dannunziana memoria. Soprattutto desidero soffermarmi sul brano The Cinema Show che chi scrive, ascoltò quindicenne centinaia di volte per sciogliersi in un pianto estatico di felicità assoluta. Questa è una vera e propria suite per pianoforte con armonie disegnate nel virtuosismo degli arpeggi che si trasmettono dalle tastiere al pianoforte per realizzare questo capolavoro  romantico simile ad un preludio di Beethoven da consegnare, come quest’ultimo a tutte le generazioni perché gioiscano della meravigliosa musicalità e quindi per emozionare il genere umano che razzola tristemente per sentieri oscuri e materiali e che invece, ascoltandolo, si eleva verso le vette dell’empireo musicale e artistico. Il brano, certamente appartiene ad un momento storico particolarmente ispirato e felice dei Genesis che si districava rocambolescamente fra sogno e realtà. Sembra che ora si studi  a scuola e che giustamente ci abbiano scritto sopra relazioni teologiche e filosofiche. Forse, con questo brano si è raggiunto l’apice del lirismo puro. In The Cinema Show – si respira il vertice dell’emozione. La stessa emozione che si prova in alta montagna o al mare, durante il tramonto. Attraverso le note di The Cinema Show  potrà il pubblico capire in musica le stesse emozioni dell’amore se per caso  gli ascoltatori abbiano mai vissuto i preludi dell’amore di coppia!

https://photos.google.com/share/AF1QipOn7UOeg0JEXbYqN8Br24hII_gm0KEHnhcq93bX6Xf-0Y1Eok5ygR8rLznf8TuM_g/photo/AF1QipMsaOHe32mIMLF7xU_hSDSNxggr0GciCuLet2zT?key=amtxZXBtcHdxTVRvZF9qaGlTOUpSeEE4N3BVRnZR

Link del concerto al CCP

Riporto quanto scritto tre anni fa perchè l’atmosfera onirica non è proprio cambiata e infatti così scrivevo : “Era ieri un momento mitico dove l’ineffabilità trionfava e faceva capolino da ogni dove. Era proprio il caso di dire che mi spiava la felicità! Si è trattato di una autentica rievocazione storica, quella di Gabriel Knights. E’ inserito in un meraviglioso  progetto di recupero e salvaguardia di un patrimonio artistico che deve assolutamente essere conservato e tramandato. I giovani di oggi devono conoscere un complesso che è stato una delle pietre miliari della storia del rock. L’intento dello show è stato quello di ricreare le stesse atmosfere degli storici concerti dei Genesis, e portare il pubblico  a rivivere quegli straordinari momenti .
Il merito di Gabriel Knights è proprio quello di non essere una semplice cover band, ma di impersonare (vedi soprattutto Simone Rosati: Vocals, Flute, Tambourrine) così bene ogni aspetto dell’arte dello storico gruppo rock, e di interpretare ogni elemento dei loro lavori con tanta precisione, da essere ritenuto praticamente una copia fedele.”

E poi, due parole per lo staff del CCP Tufello che sa proporre delle perle culturali, soprattutto musicali, che arricchiscono un territorio, quello del terzo municipio, che, altrimenti sarebbe abbandonato alla completa desolazione sociale, vista l’indifferenza delle Istituzioni verso i luoghi di aggregazione. Questa è una ragione di più perché il CCP Tufello non deve chiudere. Sarebbe una perdita incolmabile e soprattutto una sconfitta dei politici responsabili del territorio.

Carlo Mafera

Annunci

Autore: carlomafera

Mafera Carlo Nasce a Milazzo (ME) il 7 giugno del 1957, è laureato in scienze politiche con indirizzo storico. Vive a Roma, è impiegato presso un Ente Pubblico. Carlo è giornalista della Free Lance International Press. Ha frequentato il corso di giornalismo alla Luiss di Roma (biennale 1988-89), ed il corso di aggiornamento per giornalisti presso la Pontificia Università della Santa Croce, nel 2009. Ha anche partecipato alla scuola di teologia per laici "Ecclesia Mater" collegata all'Università Lateranense dal 2004 al 2007. Ha collaborato con LaPerfettaLetizia quotidiano cattolico on line.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...