Altro che canzonette o pillole della felicità, le canzoni trasmettono contenuti ed emozioni profonde. Eccone una : Alessandra sarà ancora più bella di Fabrizio Moro … ed altre 25!

25 canzoni del mondo ma non mondane

di Mauricio Artieda

È una cosa molto cattolica saper recuperare, riconoscere e utilizzare ciò che di buono viene fatto oltre i confini della Chiesa e al di fuori del mondo cristiano. E bisogna dirlo: anche fuori da ciò che è “ufficialmente” cristiano, Cristo è molto presente. Non abbiamo il monopolio dell’amore di Dio; al contrario, noi siamo il gregge delle novantanove pecore che Dio lascia per andare a trovare la pecora smarrita e recuperarla.

Dopo aver insegnato religione cattolica ai giovani per molti anni, sono convinto di questo e penso che sia essenziale conoscere quanto c’è di buono e di vero nel mondo, per potersi impegnare in un dialogo più stretto con coloro che hanno dubbi o pregiudizi sulla fede. La musica è un settore in cui questo principio si verifica costantemente. Nelle mie lezioni di religione – così come in altre situazioni – ho fatto ampio uso di questo strumento per approfondire alcuni aspetti della vita dei miei studenti (in particolare quelli più lontani dalla fede) dal punto di vista squisitamente cristiano, anche se per loro fosse solo umano.

Oggi voglio condividere alcune di queste canzoni. Non pretendo di fare una classifica, è una lista privata che rispecchia le mie preferenze personali. Punto. Devo anche dire che si tratta di una lista di canzoni, piuttosto che di gruppi. Le canzoni che sono su questa lista mi sembrano decenti, interessanti e apostoliche (la maggior parte). Non metto le mani sul fuoco per alcuno di questi gruppi o cantanti. Il fatto che una loro canzone sia in questa lista non significa che li proponga come esempio di alcunché.

Eccoci qui… e non dimenticate commentare indicando alcune canzoni che conoscete e che vi piacciono. Grazie!


fonte: washingtonpost.com

1) “Holes” – Passenger

La vita non è tutta rose e fiori. Ci sono molte situazioni che creano dei buchi nei nostri cuori, e dobbiamo imparare a conviverci. Si vince o si perde ad avere queste ferite? Dipende da noi e dall’attitudine che abbiamo verso di loro. Il testo dice: “A volte non si possono cambiare le situazioni, ma si può scegliere”. Credo che Holes sia una canzone che pone di fronte al proprio dolore, chiedendo: Che ne facciamo di questo? Possiamo ottenere qualcosa di buono? Ecco il link


fonte: independent.co.uk

2) “Carry you home” – James Blunt

Il videoclip mi ha aiutato a interpretare questa canzone. Tratta della profondità del dolore di una donna che ha ricevuto la notizia della morte di suo marito in guerra. Un’esperienza tremenda che la priva della sua innocenza, la separa dal mondo e la fa invecchiare. Tuttavia è un momento che rivela tutta la sua forza e, contemporaneamente, la sua fragile umanità. Il ritornello “i’ll carry you home” (ti riporterò a casa) probabilmente descrive il desiderio di alleviare il dolore della donna che ha perso il suo uomo in questo modo, ed aiutarla. Per chi non lo sapesse, Blunt ha preso parte alla guerra del Kosovo diventando un ufficiale dell’esercito inglese. Ecco il link


fonte: Wikipedia

3) “Change” – Tracy Chapman

Che cosa deve succedere affinché noi miglioriamo come persone e desideriamo cambiare ciò che nella nostra vita ha fatto del male a noi e agli altri? Change esplora tutte le possibilità: se sapessimo il giorno della nostra morte, cambieremmo? Se avessimo la certezza che è l’amore ciò che vogliamo, cambieremmo? Quanto male devono andare le cose, prima che noi reagiamo? E se Dio stesso scendesse dal cielo per mostrare il suo volto, ci convertiremmo? Ecco il link


fonte: Wikipedia

4) “I won’t give up” – Jason Mraz

I won’t give up è una canzone romantica che parla dell’importanza di puntare tutto sulla persona amata nonostante le difficoltà e le differenze. Parla dell’importanza di cambiare, di imparare e di lasciarsi andare in una relazione, ed è per questo che mi piace. Penso che il contrario dell’amore non sia l’odio, bensì il possesso dell’altra persona. In questo senso penso che la canzone sia abbastanza equilibrata perché il rapporto di cui si parla non è testardo e impaziente, ma aperto alla libertà degli altri. Ecco illink


fonte: youtube.com

5) “Hold on tight” – Greg Holden

Hey, in questa vita nessuno ci regala niente, l’amore non è dietro l’angolo e i valori sono tutto fuorché affascinanti.Hold on tight è una canzone che ci ricorda che dobbiamo sudare e lavorare duro per realizzare grandi cose nella vita; per questo motivo bisogna iniziare a “tenere stretti” (hold on tight) i doni che abbiamo ricevuto. Ecco il link


fonte: vegasseven.com

6) “Demons” – Imagine Dragons

Dentro di noi c’è l’oscurità. Vorremo nascondere la verità e continuare a vivere in un mondo di fantasia, ma il male si nasconde in ognuno di noi e colpisce le nostre relazioni con gli altri.Demons è il grido di aiuto di una persona amata che guarda dentro di noi e la luce del suo sguardo illumina le nostre zone scure. Spaventando i demoni (la paura, l’egoismo, ecc) che vivono e si nutrono di loro. La canzone non lo dice, attenzione, ma mi piace pensare che questo sguardo è del Signore Gesù. E forse non mi sbaglio, perché due dei membri sono mormoni. Ecco il link


fonte: blog.syracuse.com

7) “Home” – Phillip Phillips

È una canzone semplice sulla fiducia e la sicurezza che offrono l’amicizia e l’amore. Sono gli amici e la persona che amiamo a costruire le mura della nostra casa, vale a dire, dell’ambiente psicologico e spirituale dove ci sentiamo sicuri e protetti, e in cui possiamo più facilmente essere noi stessi. Mi piace il sound di tutta la canzone. Ecco il link


fonte: gala.fr

8) “Je vole” – Louane

È la canzone finale del film: “La famiglia Bélier”. L’avete visto? Je voleparla dell’esperienza di una bambina che è diventata una donna. Per lei è arrivato il tempo di chiedere ai suoi genitori di lasciarla volare, crescere e trovare il proprio spazio in questo mondo. La canzone è in francese e non ho capito molto, ovviamente, ma la voce di Louane è eccezionale. Ecco illink


fonte: telegraph.co.uk

9) “Lovers’ eyes” – Munford & Sons

Interpretare questa canzone non è facile. La mia opinione è che questa canzone assomiglia molto a Demons; voglio dire che è una richiesta di aiuto a qualcuno – molto probabilmente a Dio – affinché cambi il suo sguardo, estremamente superficiale ed egoista nei confronti dell’amore. Uno sguardo che non gli permette di entrare in relazione con gli altri, né di amare veramente. Il finale è pieno di speranza, in un atto di fiducia nel prossimo, ripetendo più volte: “Cammino lentamente, prendi la mia mano, aiutami nel cammino”. Anche se a loro non piacere essere chiamati una band cristiana, le famiglie di due dei membri del gruppo sono cristiane e questo ha sicuramente influenzato alcuni dei loro testi (come questo, per esempio). Buono a sapersi! Ecco il link


fonte: fanart.tv

10) “To build a home” – The Cinematic Orchestra

La canzone è triste. Parla della contingenza dei rapporti umani che costruiamo. Siamo in grado di costruire case (le relazioni) che sono come alberi che seminiamo, irrighiamo, di cui ci prendiamo cura e che, una volta cresciuti, ci permettono di vedere il mondo dai loro rami; tuttavia tutto ciò può scomparire in qualsiasi momento. Ed è inoltre fatto per disintegrarsi e diventare polvere (penso a una malattia o, in modo definitivo, alla morte). Trovo valida questa canzone perché, con drammaticità e realismo, dà una visione puramente umana alla condizione temporanea di ciò (incluse le cose positive) che costruiamo in questa vita. Ecco il link


fonte: uthmag.com

11

“I lived” – One Republic

È un invito a vivere una vita piena, senza evitare il dolore o le difficoltà. Perché, in fondo, la felicità è dietro il rischio e il coraggio di vivere con intensità ogni momento. Mi piace il ritornello: “Con ogni osso rotto, giuro che ho vissuto”. Il video vi piacerà molto. Ecco il link


fonte: radiowebitalia.it

12) “Alessandra sarà sempre più bella” -Fabrizio Moro

Tutto può essere diviso in due categorie: ciò che amiamo e ciò che non amiamo. Quello che non amiamo cambia, si trasforma, si rovina, sbiadisce e, se non fa tutto questo, non ci interessa. Le cose che amiamo di un amore vero sono speciali, entrano in una categoria distinta spazio-tempo, la loro bellezza si rinnova costantemente in noi. Credo che di questo parlaAlessandra sarà sempre più bella. Con molto humor Fabrizio Moro descrive un mondo che va avanti e si dimentica di ciò che è stato, mentre l’amore fiorisce in una dimensione diversa, più duratura e solida. Rallegratevi conquesto video!


fonte: lagazzettaitaliana.com

13 “A te” – Lorenzo Jovanotti

Non mi è chiaro se questa canzone è per una fidanzata, una madre o per la stessa Madonna (perché Jovanotti è cattolico). Sono però certo che questa è una delle canzoni più belle che si possano dedicare a una donna… e quello che mi piace di più è che la parte centrale del coro parla del valore della persona a cui è rivolto in quanto tale; come dire, ti amo perché sei tu. I tuoi doni possono essere belli, puoi avere capacità e mi hai dato tante cose, ma ti amo semplicemente perché sei tu. Un mito! Ecco il link


fonte: celeb-true.com

14) “Hey Dio” – Nek

Nek scatta un’istantanea del nostro mondo e poi arriva alla conclusione che Dio ha ragione: l’unico rimedio per guarire e ricominciare da capo è l’amore. Oserei dire che quando dice che Dio ha ragione si riferisce a Cristo, perché Filippo Neviani (Nek) è cattolico. D’altra parte il video è ben fatto ma contiene diverse scene osé.


fonte: tastemakersmag.com

15) “One life” – James Morrison

Abbiamo solo una vita. Non possiamo tirarci indietro dicendo di essere troppo giovani per cambiare o per migliorare, perché ogni decisione che prendiamo ha un peso e trasforma il nostro futuro. Il coro dice: “Ho una vita e la vivrò come si deve” (I’ve got one life and i am going to live it right). Confesso che questa è una canzone che ho usato più volte nell’esporre il lavoro sociale apostolico! Ecco il video


fonte: hellhoundmusic.com

16) “People help the people” – Birdy

La canzone parla dell’immensa necessità di vivere in solidarietà l’uno con l’altro. Birdy parla del dolore e della nostalgia che c’è nel cuore di molte persone abbandonate e dell’importanza di alleviare questo dolore e di arricchirsi con l’esperienza della solidarietà. D’altro lato, la canzone fa anche una dura critica ai ricchi che, pur avendo la possibilità di aiutare, preferiscono rimanere indifferenti a questo dramma umano. Il video mi piace molto, eccolo qui


fonte: bmi.com

17) “King and Lionheart” – Of Monsters and Men

Potreste riconoscere un islandese se lo vedeste? Bene memorizzate queste 6 facce. Of Monsters and Men è un gruppo islandese che è passato dal suonare nei pub di paese al successo con non ricordo quale canzone. La cosa geniale di questo gruppo è che la maggior parte delle canzoni riguardano miti e tradizioni storiche dell’Islanda e questo tratto li distingue e li rende un gruppo con una personalità unica, in un mondo in cui la musica è fatta con lo stampino. Vi propongo una canzone che mi piace molto ma non capisco, perché per comprendere i testi di Of Monsters and Men bisogna avere una laurea in mitologia islandese. Ad ogni modo, il video aiuta a capire la storia.


fonte: musictour.eu

18) “Depth over distance” – Ben Howard

È una canzone romantica sull’importanza di avere radici profonde per poter mantenere una relazione a distanza e superare le difficoltà. Coloro che sono stati in un rapporto di questo tipo probabilmente daranno ragione a Ken Howard. Ecco il video con una interpretazione live del pezzo. Dalla forza e l’intensità mostrata sul palco, sembrerebbe che Howard abbia avuto solo relazioni amorose via Skype.


fonte: hollywoodreporter.com

19) “Photograph” – Ed Sheeran

Alcuni credono che sia una canzone composta per la famiglia, altri pensano che sia una canzone romantica. Una cosa chiara è che Photograph dice cose molto certe sull’amore, ad esempio: che “l’amore a volte può far male ma è l’unica cosa che ci fa sentire vivi, che l’unica cosa che portiamo con noi quando moriamo è l’amore, ecc”. La canzone descrive l’amore come un’esperienza che sana e redime la persona; e che nonostante tutte le difficoltà che costruire legami comporta, siamo nutriti spiritualmente se siamo vicini a chi amiamo. Ecco ilvideoclip


fonte: en.wikipedia.org

20) “Hey hey hey” – Michael Franti

Una canzone semplice che ci invita a non perdere la speranza nella vita e a scoprire l’importanza di vivere per le persone che amiamo. Il tono allegro della canzone dà molta forza al messaggio. È perfetta per andare a correre! Qui potete vedere il video


fonte: malone.edu

21) “If you fall” – JJ Heller

L’amore, in particolare nel matrimonio, non ha niente a che vedere con la fuga quando le cose si fanno difficili. La canzone parla di una situazione matrimoniale dolorosa dove la donna decide di salvare la relazione e sopportare la sofferenza della famiglia con la speranza che le cosa possano migliorare. Il coro è molto bello: “Se tu cadi, cadrò con te; se tu stai male, sento il tuo dolore; anche se il mio cuore diventasse blu o nero, io ti amerei”. Ecco il link


fonte: huffingtonpost.co.uk

22) “Tea and toast” – Lucy Spraggan

È una storia pro-vita che commuove. Una donna incinta muore dando alla luce suo figlio. Il bimbo cresce, matura, diventa adulto, si sposa, ha una figlia e vive tutta la sua esistenza ricordandosi di una frase piena di tenerezza che, come raccontato dal padre, gli diceva sempre sua madre. Il figlio diventa vecchio e infine… ascolta la canzone! Qui il link


fonte: amazon.com

23) “Fix you” – Cold Play

Quando il padre di sua moglie morì, Chris – uno dei membri del gruppo – ha composto questa canzone per dire a sua moglie che sarebbe stato sempre al suo fianco. Il testo dice che nei peggiori momenti della sua vita, quando nulla sembra funzionare e il dolore è troppo grande, lui sarà lì per lei, la riaccompagnerà a casa e proverà a lenire il suo dolore. La canzone è molto bella ma il video mi sembra inquietante. Qui il link


fonte: en.wikipedia.org

24) “Where is the love” – The Black Eyed Peas

Viviamo in un mondo pieno di ferite: bombe, guerre, odio, violenza, ecc. Ci riempiamo la bocca di parole, ma nel concreto non facciamo nulla. I Black Eyed Peas con questo Hip-Hop di protesta chiedono all’umanità: dov’è l’amore? E chiedono a Dio la grazia per poter sanare le ferite che ci siamo fatti. Non so se gradite l’Hip-Hop ma il testo di questa canzone è molto buono. Ecco il link


fuente: postbahnhof.club

25) “All i want” – Kodaline

Questa canzone parla di un amore non corrisposto dove l’autore fa un elenco di cose buone che ha portato il rapporto. La melodia è molto ben fatta ed è stata per me molto importante nell’ultimo documentario per Catholic-link. Il video è insolito ma piacevole. Eccolo qui


Qui la fonte originaria dell’articolo

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Valerio Evangelista]

https://d-3225289230754390509.ampproject.net/1494446565961/frame.html

Annunci

Autore: carlomafera

Mafera Carlo Nasce a Milazzo (ME) il 7 giugno del 1957, è laureato in scienze politiche con indirizzo storico. Vive a Roma, è impiegato presso un Ente Pubblico. Carlo è giornalista della Free Lance International Press. Ha frequentato il corso di giornalismo alla Luiss di Roma (biennale 1988-89), ed il corso di aggiornamento per giornalisti presso la Pontificia Università della Santa Croce, nel 2009. Ha anche partecipato alla scuola di teologia per laici "Ecclesia Mater" collegata all'Università Lateranense dal 2004 al 2007. Ha collaborato con LaPerfettaLetizia quotidiano cattolico on line.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...